3:19 pm - giovedì febbraio 25, 3396

Porto di Diamante, l’amministrazione aderisce allo sciopero generale

162 Viewed Gaetano Bruno 0 respond

Ci sarà anche l’amministrazione comunale a scioperare il prossimo 6 febbraio contro lo stallo della situazione porto.

Una decisione annunciata questa mattina dal sindaco Sollazzo a margine della riunione che si è tenuta nella casa comunale.

Il sindaco insieme all’assessore ai lavori pubblici Pierluigi Benvenuto e al consigliere con delega al demanio Bernardo Riente ha incontrato una variegata rappresentanza del Movimento con Paolo Romagno e Mauro Gimigliano per gli albergatori, Enzo Aita per i balneari, Michele Settembre per l’associazione La Ciurma, Antonietta Borrelli per il Centro Sociale Immacolata Concezione, Maurizio Di Falco per i pescatori e come cittadini Battista Maulicino, Mariella e Luigi Sollazzo, Francesco Cirillo, Mauro Di Marco, Raffaele Cammarella.

Linee guida confermate quelle del consiglio comunale del 27 dicembre 2017 approvate all’unanimità dal consiglio comunale quindi ditta chiamata a risolvere lo stallo entro questa settimana – dopo l’ultimo tavolo tecnico questo è stato l’ultimatum – oppure restituzione dell’area al comune alla scadenza del termine ultimo per la consegna dei lavori ovvero fine agosto 2018.

Dall’amministrazione comunale inoltre è stata ribadita l’intenzione di non partecipare a nessun altro incontro interlocutorio a Catanzaro. O si riparte subito e di buona lena e soprattutto pagando la concessione demaniale e presentando una polizza fideiussoria che garantisca il pagamento dei canoni concessori per i prossimi due anni oppure non se ne fa più nulla.

Sulla partecipazione dell’amministrazione alla manifestazione indetta dal comitato che inizierà domani e che si concluderà con lo sciopero generale del 6 febbraio resta da vedere chi e come parteciperà.
Le fratture interne alla maggioranza sembrano ormai evidente e l’azzeramento delle deleghe del sindaco Sollazzo di qualche settimana addietro ne è la chiara dimostrazione.

Al momento Sollazzo non ha ritenuto ridistribuire gli incarichi e anche i comportamenti dei prossimi giorni saranno indicativi sullo stato di salute della maggioranza.

La presenza di Benvenuto e Riente lascia intendere e conferma che la rottura sia con il fronte magorniano della maggioranza fatto che in vista delle elezioni politiche non lascia presagire una primavera serena per la politica cittadina.

Allievi Digiesse-De Giorgio, zero a zero contro il Rosina

Sanità è Vita, ecco dove ritirare i risultati degli esami eseguiti dal 23 al 25 giugno 2017

Related posts