4:55 am - giovedì gennaio 18, 2018

Fondi Cipe sul Tirreno, quelle dimenticanze che fanno arrabbiare Vetere

159 Viewed Martino Ciano 0 respond

Incalza la polemica sui residui dei fondi Cipe che sarebbero stati comunicati solo ad alcuni sindaci. Il primo cittadino di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere, critico nei confronti degli onorevoli Magorno e Lotti.

ALTO TIRRENO – Succede anche questo sul Tirreno cosentino, o almeno questo è quanto ci ha raccontato il sindaco di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere, da tempo voce fuori dal coro, che esprime perplessità sulla comunicazione per accedere a dei fondi comunali. Infatti, il dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica ha pubblicato sul proprio sito una nota con la quale dichiarava di avviare a margine delle attività di monitoraggio della delibera Cipe numero 57 del primo dicembre 2016 una “nuova attività” al fine di verificare se esistevano i presupposti per finanziare ulteriori progetti. Il Dipe senza indicare un termine entro cui depositare le istanze predisponeva una procedura informatizzata per acquisire dei dati informativi presso il proprio sito.
“Non essendo un bando – ha spiegato Vetere – qualcuno avrebbe dovuto comunicare la notizia, ma a quanto pare questa è arrivata solo a qualche sindaco e non a tutti. Principalmente – ha continuato il primo cittadino di Santa Maria del Cedro – sono stati avvisati i sindaci vicini al Pd”.
Un comportamento scorretto, per Vetere, di cui dovrebbe dar conto l’onorevole democrat, Ernesto Magorno.

Idm Giovani, Luigi Lupo interviene sulle Zone franche urbane

Ascensore Madonna della Grotta, i cittadini sono favorevoli

Related posts