4:54 am - giovedì gennaio 18, 2018

Maratea, esercitazione antincendio al porto

41 Viewed Giuseppe Miraglia 0 respond

Riceviamo comunicato stampa dall’ Ufficio circondariale marittimo Guardia Costiera di Maratea

Si è svolta questa mattina nel porto di Maratea, sulla banchina del Molo Nord, un’esercitazione complessa, durante la quale è stato simulato un incendio a bordo di un natante da diporto ormeggiato in banchina.
L’esercitazione, pianificata e coordinata dall’Ufficio circondariale marittimo, ha visto impegnati, oltre al personale della Guardia Costiera, anche una squadra e due mezzi dei Vigili del Fuoco del Distaccamento di Lauria, il servizio Protezione Civile del Comune e un’autoambulanza del 118. L’operazione si è svolta secondo le direttive contenute nel vigente piano antincendio portuale, importante strumento di difesa in caso di emergenze.
L’esercitazione rappresenta un momento di confronto importante per il porto, e l’occasione è stata utile per testare i tempi di reazione e le modalità di intervento dei vari Enti coinvolti, oltreché il nuovo impianto antincendio fisso portuale.
E’ stato simulato l’incendio a bordo di un natante ormeggiato presso la banchina Molo Nord, con il proprietario dell’unità che si trovava intrappolato a bordo al momento dell’emergenza. In banchina venivano inviati i mezzi di soccorso che provvedevano a estinguere l’incendio tramite autobotte ed utilizzando il sistema fisso antincendio del porto. Intervenivano sull’unità in parola il Nucleo Operativo di intervento portuale coadiuvato dal Nostromo e i Vigili del Fuoco, che successivamente provvedevano al recupero del conduttore e al trasbordo sull’autoambulanza del 118, che nel frattempo sopraggiungeva in porto, per le prime cure del caso.
Numerosi i fruitori del porto che si sono soffermati ad assistere all’evento, che ha rappresentato un’importante occasione di confronto e di verifica, e che ha contribuito a testare le vigenti procedure e tempi di reazione in caso di emergenza.

Il progetto M.E.D. & “Italie”a Siderno per la presentazione alla libreria Mondadori

Nemoli, Carlomagno scrive all’AGCOM sui disservizi alla rete telefonica

Related posts