8:46 pm - martedì ottobre 17, 2017

Nemoli, tribune piene per La Signora del Lago

174 Viewed Martino Ciano 0 respond

Venerdì primo, sabato 2 e domenica 3 settembre le ultime repliche

NEMOLI – Si avvia a conclusione la seconda stagione della Signora del Lago, il fantasy in chiave musicale che ha animato le sere d’estate nel suggestivo scenario del lago Sirino a Nemoli. Il cartellone prevede ancora altre tre repliche: venerdì primo, sabato 2 e domenica 3 settembre.
Lo spettacolo è un’esperienza emozionante, dove si assiste a musica, teatro, danza e giochi d’acqua, completamente immersi nella natura. Le scene si svolgono su un’area di 5000 metri quadrati, su un palco galleggiante, sulle sponde e sulle acque del lago. In scena ogni sera si esibiscono 50 tra attori, ballerini, figuranti e un performer volante.
«La Signora del lago è un esperimento di narrazione territoriale in cui varie modalità di intervento si incontrano – ha evidenziato il regista dello spettacolo Gianpiero Francese – Come la danza aerea, i giochi d’acqua, le proiezioni sull’acqua, il teatro, con la forma scritta della sceneggiatura dove i protagonisti sono i personaggi storici di questo bellissimo lembo di terra che abbiamo provato a raccontare».
Una formula narrativa che ha catturato, sera dopo sera, l’attenzione del pubblico numeroso, di tutte le età, proveniente dai paesi della Basilicata e da tutt’Italia e che ha riempito le tribune poste ai piedi del monte Sirino. I dati, fino ad ora raccolti, inoltre, evidenziano un aumento delle presenze sul territorio, delle prenotazioni on line e dei gruppi organizzati che partecipano allo spettacolo e visitano il territorio.
«Quest’anno abbiamo registrato un aumento delle presenze turistiche provenienti da fuori regione – ha dichiarato il sindaco di Nemoli Domenico Carlomagno – Sono persone che assistono allo spettacolo e si fermano per visitare e soggiornare a Nemoli e nei paesi vicini. Un risultato ottenuto, questo, anche grazie alla sinergia tra pubblico e privato».
Il protagonista del fantasy, è un giovane orfano che vive della pesca del lago. Una notte magica dal fondo del lago emerge un libro che lo porterà in un cammino di conoscenza del proprio territorio e di crescita personale. Con la guida spirituale del Beato Domenico Lentini di Lauria, il giovane rivive pagine importanti e dolorose della storia del Lagonegrese, incontra la propria gente e combatte contro le energie negative per riportare l’armonia sulla sua terra.
Lo spettacolo, gestito in questi due anni dall’Ati Costruzioni generali di Angelo Mastroianni e Opera Prima di Gianpiero Francese andrà in scena alle 21, al lago Sirino di Nemoli, ancora con tre repliche nel prossimo fine settimana: venerdì primo, sabato 2 e domenica 3 settembre.

Politica in Calabria, Madeo: “Occhiuto alternativa ad Oliverio”

Portualità e sviluppo, sorride Cetaro

Related posts