11:25 pm - domenica ottobre 22, 2017

Cronaca sul Tirreno, Tortora e Verbicato tra gli interventi dei Carabinieri

129 Viewed Giuseppe Miraglia 0 respond

CRONACA – Stalker e incendiario nel mirino degli agenti. Carabinieri operativi a Tortora e Verbicaro

Riceviamo e pubblichiamo nota stampa dalla Compagnia Carabinieri di Scalea

CRONACA – I Carabinieri della Stazione di Praia a Mare hanno arrestato una donna 37enne con l’accusa di atti persecutori ai danni dell’ex compagno, commerciante di zona. L’uomo già in passato si era rivolto ai militari dell’Arma per denunciare la donna che, ponendo in essere una costante condotta ossessiva, aveva generato nell’ex compagne un gravo stato di paura costringendolo a cambiare le proprie abitudini di vita. Durante il fine settimana la donna, nonostante fosse sottoposta alla misura del divieto di avvicinamento al commerciante, si è presentata presso il suo esercizio commerciale al fine di convincere l’uomo a ricominciare la relazione sentimentale. Nella circostanza la donna è stata allontanata e deferita alla competente A.G.. Non soddisfatta, la sera successiva, la donna ha reiterato la condotta e, al fine di tutelare l’uomo, i militari dell’Arma hanno fermato lo stalker dichiarandola in stato di arresto con l’accusa di atti persecutori in attesa di essere giudicata dall’A.G. competente. Arrestato invece dai Carabinieri della Stazione di Verbicaro un agricoltore di 40 anni del posto, per aver provocato un incendio boschivo doloso, che ha interessato una superficie boscata di circa 30.000 metri quadri. Durante lo svolgimento di un controllo finalizzato all’attività di prevenzione generale e repressione dei reati in danno all’ambiente, il personale dell’Arma ha notato colonne di fumo che si innalzavano all’interno di un’area boschiva. Il responsabile è stato individuato, a distanza di pochi metri dal luogo della colonna di fumo, e vistosi scoperto ha dichiarato di avere appiccato il fuoco consegnando spontaneamente l’accendino con cui aveva appena compiuto il reato senza addurre alcuna giustificazione. Le operazione di spegnimento dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri si sono prolungate per diverse ore. L’incendiario è stato posto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato dall’A.G..

Direttiva Bolkestein, il caos inizia in Calabria

Balneari calabresi, le rassicurazioni di Bevacqua

Related posts