8:45 pm - martedì ottobre 17, 2017

Il gruppo di opposizione IL FUTURO CHE VOGLIAMO contro l’utilizzo scriteriato dei buoni di lavoro (voucher).

1290 Viewed Giuseppe Miraglia 0 respond

Riceviamo e pubblichiamo nota stampa dal gruppo consiliare: IL FUTURO CHE VOGLIAMO
FUSCALDO – Dopo le luci della ribalta si ritorna a parlare dei soliti problemi e del solito atteggiamento da parte di chi oggi governa l’intera comunità fuscaldese. Non possiamo farci abbagliare talmente tanto dalle luminarie estive da non vedere nemmeno quanto deliberato in Giunta qualche giorno addietro. Cerchiamo sempre di farci guidare dal buon senso nella nostra azione politica e nella concezione che abbiamo di questa amministrazione ma, puntualmente, siamo costretti a rivedere i nostri buoni propositi. Inizia così l’analisi effettuata dai tre consiglieri comunali A. Filella, M.C. Carnevale e M.F. Trotta del gruppo politico IL FUTURO CHE VOGLIAMO. Ci siamo sforzati di comprendere la necessità di far durare soltanto per una settimana (dal 7 al 15 luglio) la possibilità di presentare domanda per il precedente “Avviso di selezione pubblica per la formazione di una graduatoria per lo svolgimento di prestazioni di lavoro occasionale di tipo accessorio retribuito mediante buoni lavoro (voucher)”, per quanto concerne le opere di allestimento delle manifestazioni estive e di promozione turistica (Prot. N. 5866), abbiamo tanto riflettuto sul generosissimo contributo di 15.000,00 euro concesso all’Associazione “I Binari della vita”, finalizzato all’espletamento del servizio di pulizia delle aree libere dell’arenile del Comune per l’anno 2016, ma non possiamo assolutamente tacere sulla Deliberazione di Giunta Comunale n.48 del 27.07.2016, ossia la proposta di utilizzo dei voucher, ancora una volta “per spazzamento del territorio comunale e per pulizia delle aree libere dell’arenile”. Sicuramente, tutti i componenti della Giunta Comunale hanno interpretato a modo proprio gli intendimenti del legislatore nel disciplinare con il D.Lgs. 81/2015 le nuove modalità del Lavoro accessorio. Non è assolutamente concepibile che i c.d. voucher per prestazioni lavorative accessorie vengano distribuiti senza alcun criterio, senza nemmeno un avviso pubblico teso ad individuare i criteri di assegnazione: nella delibera appena approvata non c’è nessun riferimento in tal senso. In un momento così delicato per i giovani, per quanto concerne la crisi occupazionale, e per le famiglie, sempre più vulnerabili di fronte alla crisi economica globale e locale che preclude agli individui ogni possibilità di benessere, al fine di tutelare i tanti fuscaldesi capaci e meritevoli, nonché realmente bisognosi, ci sembra politicamente inaudito che venga messa da parte quella doverosa prassi di trasparenza amministrativa, necessaria per consentire ai cittadini di poter usufruire di questa integrazione al reddito, prevista dai buoni lavoro. Piano piano sta prendendo forma un modello di prevaricazione della democrazia molto distante rispetto a quello che dovrebbe vigere nei normali processi di amministrazione della comunità. Abbiamo notato che in diversi documenti amministrativi, prodotti dall’attuale amministrazione comunale si parla spesso di necessità e di urgenza nel prendere le decisioni. Come gruppo politico IL FUTURO CHE VOGLIAMO ci chiediamo se dopo 5 anni di governo comunale sia corretto parlare ancora di emergenza per giustificare tutte quelle scelte che rivestono un carattere di assoluta discrezionalità, penalizzando, ovviamente, chi non si dimostra filogovernativo. Come opposizione ci riteniamo indignati rispetto a questo atteggiamento che divide la comunità in due aree: da una parte gli amici, elettorali e politici, e dall’altra coloro che non rientrano nelle grazie perché politicamente distanti dall’attuale maggioranza. Proprio per ovviare a tale dinamica di assoluto dispotismo abbiamo protocollato (prot. n. 6778 del 05.08.2016) una richiesta di revoca della Deliberazione di Giunta comunale n. 48 del 27.07.2016, avente ad oggetto “Proposta di utilizzo voucher per spazzamento territorio comunale”, al fine di assegnare questi buoni di lavoro (voucher) attraverso un regolare bando di gara, così come avviene in tutti i normali Comuni d’Italia, con l’obiettivo di tutelare i tanti giovani fuscaldesi ed i ceto meno abbienti, purtroppo molto presenti nella nostra comunità. Probabilmente, così facendo, questi nuovi strumenti di lavoro occasionale andranno ad aiutare chi ha davvero bisogno.

Degrado al centro storico di Orsomarso, il sindaco De Caprio scende in campo

Dai monti e dal mare alla trincea, Praia e Aieta ricordano la Grande Guerra

Related posts